#BELLEZZA

“Da quale Bellezza mi lascio ferire?”

La 5° edizione della Lunga Notte delle Chiese si terrà venerdì 5 giugno 2020 con tante novità! La speranza è di rendere questo evento ancora più significativo e profondo. Piccoli passi in avanti, ogni anno cerchiamo di arricchire il progetto di nuove proposte ma anche di alcune sfide e obiettivi concreti che il 5 giugno prossimo vorremmo portare a termine.

TEMA 5a EDIZIONE

Il tema ufficiale della quinta edizione sarà quello della “BELLEZZA” nelle sue molteplici sfumature più profonde. Una bellezza vera, che sorprende, che trascende, che suscita attrazione gioiosa, sorpresa gradita, dedizione fervida, innamoramento, entusiasmo. Una Bellezza che, “ci mette le ali”, e la vita acquista slancio, significato, regalando un’esperienza di benessere. In un luogo bello, che sia una città, un paesaggio, una persona, una bella musica, o un’opera d’arte, cominci a star bene, ti senti un frammento che appartiene ad un cosmo armonioso e ospitale. Anche l’arte è un annuncio della Bellezza che salva. Ogni ispirazione racchiude in sé qualche fremito di quel soffio del divino creatore che incontrandosi con il genio umano ne stimola la capacità creativa, rendendolo atto a concepire un’opera d’arte.

Nella tradizione cristiana il rapporto tra bellezza e divinità è una costante. La Bellezza che stupisce, che trafigge il cuore, che “ferisce”, come la bellezza dell’Uomo della croce, è la figura di un amore, quello di Dio, fino all’estremo, fino a morirne. “Bello è chi ti ama, bellissimo chi ti ama fino alla fine”.

Non parleremo quindi della bellezza lussuosa, ostentata, non quella “artefatta” con il suo delirio sul corpo, sulla superficie esteriore, che si sostanzia oggi nel narcisismo, nell’apparire, nel consumismo.
In un mondo diviso tra ricerca dell’inutile e mancanza per molti del necessario, di che cosa nutriamo anima e pensieri? Stiamo nutrendoci di egoismi, intolleranze, superficialità, paure? Se accogliamo pensieri dai bassifondi del vivere, questi ci fanno come loro; se invece accogliamo pensieri di vangelo e di bellezza, essi ci fanno uomini e donne della bellezza.

Negli allegati e sul sito, troverete alcuni approfondimenti che possono aiutare nell’interpretazione del tema, per l’organizzazione degli eventi nei luoghi di culto. Sono spunti presi da autori vari che spaziano, in epoche diverse, dalla filosofia alla teologia, all’arte, alla contemporaneità. Ricordiamo che c’è comunque sempre ampia libertà interpretativa e il massimo grado di autonomia nell’ideazione degli eventi. Non mettiamo limiti alla creatività!

TESTIMONI DI BELLEZZA

“Racconti di Vita Bella”

Ma come educare alla Bellezza? Papa Francesco nel suo libro “La Bellezza educherà il mondo” (scritto quando era ancora cardinale), parla della figura chiave del TESTIMONE: “Sarà maestro chi potrà sostenere con la sua vita le parole dette”, dunque solo chi si lascia abbagliare dalla bellezza può insegnare agli altri a contemplarla.

Vorremmo quindi coinvolgervi non solo nell’organizzazione delle iniziative che riterrete più adatte e opportune ai vostri luoghi di culto, ma anche proporvi di cercare questi TESTIMONI DI BELLEZZA del vostro territorio: una o due persone, tra donne o uomini, consacrati o laici, ragazze o ragazzi, che possano raccontare cos’è per loro la bellezza e di come questo incontro abbia cambiato e migliorato le loro vite. Potranno appartenere ad ogni campo: arte, religione, sociale, musica, sport…ecc. L’obiettivo è di raccogliere tutti questi “RACCONTI DI VITA BELLA” e di condividerli online sul sito della Lunga Notte delle Chiese e sui social, affinché possano diventare delle testimonianze da trasmettere.

Come fare? Semplicissimo, basterà far girare loro un breve video di due o tre minuti massimo, anche con un telefono, uno smartphone, che tutti abbiamo, o con una telecamera per chi ne fosse a disposizione, e di inviarcelo via internet.

Creeremo pertanto una meravigliosa raccolta di testimonianze con il fine di farci condurre lungo la via della bellezza!

Alcuni approfondimenti da scaricare:

Da fare in sintesi

In conclusione, le proposte sono due: la prima è come ogni anno l’organizzazione delle iniziative nei vostri luoghi di culto, se possibile ispirate al tema, e la seconda è la ricerca dei “Testimoni di Bellezza”.